international analysis and commentary

Lo stato dell’economia

116

Il numero 66 di Aspenia (Falchi, colombe e gufi) spiega come la crisi economica globale è diventata anche una crisi delle discipline economiche: il dibattito tra gli esperti del settore è aperto e a volte aspro. Una delle maggiori linee di frattura è tuttora quella sintetizzata nell’alternativa tra keynesiani e neoliberisti.

 

La scienza triste e il suo incerto futuro di Paolo Guerrieri
La crisi globale ha inferto un colpo probabilmente mortale ai dogmi della dottrina neoliberista, e oggi la scienza economica vive una fase di incerta transizione: oltre al tentativo di riscossa degli ortodossi del libero mercato, vi è un fiorire di approcci e filoni eterogenei, che – una volta decantati – potrebbero offrire agli economisti una “cassetta degli attrezzi” più ricca e diversificata. E torna alla ribalta il problema della disuguaglianza.

 

 

The one percent myth and the IMF-Piketty mistake
Allan H. Meltzer

Dinamismo e libertà individuali: l’evoluzione delle economie occidentali
Sebastiano Bavetta